Leo Ortolani

Leo Ortolani nasce a Pisa, ma non è quella gran cosa, lo fanno in molti, come Gipi. Trasferitosi a Parma, città da cui è stato definitivamente adottato, disegna e inventa storie fin da sempre. La sua prima storia a fumetti con un senso si intitola IL RAPIMENTO, un giallo lungo due tavole, realizzata a sette anni e che purtroppo è andata persa. L’ultima storia a fumetti con un senso si intitola CINZIA, la storia d’amore di una transessuale di circa 230 tavole, realizzata a 51 anni e che sarà pubblicata da BAO PUBLISHING in autunno.
Leo Ortolani, in mezzo, ha realizzato diverse altre cose, tra cui una serie intitolata RAT-MAN, uscita in edicola per vent’anni con la PANINI COMICS, un libro per l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) intitolato C’E’ SPAZIO PER TUTTI, un concerto in amicizia con Stefano Bollani, uno spettacolo teatrale con Arturo Brachetti, un libro sulla sua esperienza adottiva dal titolo DUE FIGLIE E ALTRI ANIMALI FEROCI, che verrà presto ristampato.
Leo Ortolani è anche geologo, ma non lo dice spesso, perché non si ricorda cristallografia.