Altan

Francesco Tullio Altan, o più semplicemente Altan, è nato a Treviso nel 1942, ha fatto i primi studi a Bologna e ha frequentato la Facoltà di Architettura di Venezia. Alla fine degli anni '60, va a Roma dove lavora saltuariamente come scenografo per il cinema e la televisione. Nel 1970 si trasferisce a Rio de Janeiro, inizia a lavorare nel cinema brasiliano, e nel 1972 crea il suo primo fumetto per bambini. Tornato in patria nel 1975 con moglie e figlia, si stabilisce prima a Milano, e in seguito ad Aquileia, dove vive tuttora. Nel 1975 realizza per il "Corriere dei Piccoli" uno dei suoi personaggi più riusciti, la "Pimpa", il cagnolino a pois entrato nei cuori dei bambini di tutta Italia. Altan è celebre anche per fumetti impegnati e decisamente per adulti, comparsi per la prima volta sull'ormai storico "Linus", del quale Altan è collaboratore permanente. Dal 1977 ha pubblicato numerosi libri di vignette tra cui una dozzina di volumi dedicati al piu' celebre dei suoi personaggi, "Cipputi", disincantato operaio metalmeccanico vetero-comunista. Ha anche proposto taglienti riscritture biografiche di personaggi storici, Cristoforo Colombo, Francesco D'Assisi o bizzarre narrazioni con protagonisti avventurosi, come ad esempio Sandokan. Tra il 1982 e il 1983 lavora ad una serie di 26 filmati di animazione col personaggio Pimpa per una coproduzione televisiva internazionale RAI, replicata all’estero e con la quale ha visto il Premio Internazionale “Cartoons on the Bay”. Con il regista francese Gérard Zingg ha scritto la sceneggiatura del film "Ada" tratto dal suo fumetto mentre con il regista Sergio Staino quella di "Non chiamarmi Omar" con la colonna sonora di Vinicio Capossela, ispirato al suo racconto "Nudi e Crudi".